Le italiane in Europa e i big match

Statistiche TV

Le statistiche settimanali di LeoVegas.News in collaborazione con Sportitalia

La Redazione15 Sep 2022

Midtjylland – Lazio

  • Il Midtjylland, due volte campione e tre volte secondo negli ultimi cinque campionati danesi, in questa stagione è partito a rilento: è solamente ottavo dopo 9 giornate.
  • In particolare, non ha ancora trovato il successo fra le mura amiche con un pareggio e tre sconfitte.
  • Nonostante ciò, detiene il momentaneo attacco più prolifico della propria lega (16 gol).
    16 sono però anche le reti subite con due pareggi 3-3 ad ingrossare entrambe le statistiche.
  • La squadra danese è entrata nella fase a gironi di Europa League dopo essere uscita dai preliminari di Champions: sconfitti i ciprioti dell’AEK Larnaca nel 2^ turno, si sono poi inchinati al Benfica con un 7-2 complessivo fra andata e ritorno.
  • Un solo precedente fra Lazio e squadre danesi. Risale al preliminare di Champions 2001/02 con la squadra allora allenata da Zoff capace di vincere 4-1 all’Olimpico ribaltando l’1-2 patito fuori casa.
  • Il Midtjylland ha affrontato invece il Napoli, all’epoca allenato proprio da Sarri, nella EL 2015/16 venendo travolto 9-1 fra casa e trasferta. Ha sfidato anche l’Atalanta nella Champions di due stagioni fa, strappando un pareggio a Bergamo, ma perdendo 0-4 davanti al proprio pubblico.
  • La Lazio ha vinto solo una delle ultime 13 trasferte europee con 4 pareggi e 8 sconfitte a completare il bilancio.
  • Maurizio Sarri non ha ancora mai vinto tre partite consecutive da quando è alla guida della Lazio.

SARRI-FORZA-TRE

Basaksehir – Fiorentina

  • La squadra di Istanbul, allenata dall’ex centrocampista dell’Inter Emre Belozoglu, non ha ancora subito un gol nelle prime sei gare stagionali fra campionato turco e Conference League. 9 reti realizzate in campionato, oltre al poker ad Edimburgo contro gli Hearts in campo europeo.
  • Inappuntabile finora il cammino casalingo: tris di successi con un 4-0 e due successi per 2-0.
  • Nella rosa della squadra troviamo anche il nostro Stefano Okaka – 12 gol nello scorso campionato – oltre ad un’altra vecchia conoscenza del calcio italiano, Lucas Biglia.
  • La Fiorentina è ferma ad una sola vittoria con appena 6 punti raccolti nelle prime 6 giornate di Serie A, la metà del campionato scorso. Pochi anche i gol realizzati (5), il 60% dei quali segnato alla Cremonese nel match di apertura.
  • Il Basaksehir ha già affrontato una squadra italiana nel recente passato: si tratta della Roma nella fase a gironi della Europa League 2019/20. Doppia, secca, sconfitta: 4-0 all’Olimpico, 0-3 in casa.

COSE-TURCHE

Roma – Atalanta

  • Tammy Abraham ha segnato 3 gol all’Atalanta nei due incontri della passata Serie A.
  • L’attaccante inglese è stato il giocatore che ha realizzato in più occasioni il primo gol della partita nello scorso campionato: è accaduto ben 10 volte.
  • Al contrario, il suo compagno di reparto Paulo Dybala ha realizzato solo 2 gol contro gli orobici in A, entrambi vestendo la maglia della Juventus.
  • L’1-0 della scorsa stagione all’Olimpico, ha interrotto una striscia di sette partite senza successi casalinghi per i giallorossi precedentemente fermati da quattro pareggi e tre vittorie della Dea.
  • L’Atalanta è stata infatti l’unica squadra che la Roma non ha battuto in casa dalla stagione 2014/15 a quella 2021/22.
  • La squadra di Gasperini ha finora la miglior difesa del campionato con 3 reti al passivo. Questo dato sta spingendo in alto gli Under 2,5: 5 su 6 partite. Unica eccezione il 3-1 casalingo al Torino.

ROMA-ATALANTA

Milan – Napoli

  • Gli ultimi 7 confronti diretti al Meazza in Serie A non hanno mai visto il Milan uscire vittorioso: 3 pareggi e 4 sconfitte, le ultime due consecutive per 0-1 (Politano nel 2020/21, Elmas nel 2021/22).
  • Ultimo successo casalingo rossonero in A datato 14/12/2014: 2-0, Menez – Bonaventura.
  • Striscia aperta di 5 Under 2,5 al Meazza: oltre ai due successi di misura sopracitati del Napoli, ci sono due pareggi a reti inviolate ed un 1-1.  
  • Under che non sembra nelle corde stavolta almeno a guardare i due attacchi: quello del Napoli è finora il più prolifico (13 gol), seguito proprio dal Milan a quota 12.
  • Altrettanto vero che entrambe le squadre patiranno l’assenza di due dei loro migliori attaccanti: Leao mancherà la partita per squalifica, Osimhen per infortunio. L’attaccante nigeriano salta la sfida ai rossoneri per la terza volta su cinque da quando è in Italia.

MILAN-NAPOLI